martedì 8 gennaio 2008

falso in bilancio

"Così presi una grande decisione: mi dovevo assicurare di non ritrovarmi l'anno prossimo, mezza ubriaca, ad ascoltare fm nostalgia, e canzoni più belle per gli ultratrentenni.
Decisi di riprendere in mano la mia vita e cominciai un diario... in cui scrivere tutta la verità su Bridget Jones, nient'altro che la verità.

Decisione n°1 - ovviamente perdere 10 kg.

Decisione n°2 - mettere sempre a lavare le mutande della sera prima.

Ugualmente importante trovare un ragazzo dolce, carino con cui uscire, evitando di provare attrazione romantico morbosa per nessuno dei seguenti soggetti: alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti. Soprattutto non fantasticare su una persona che incarna tutti questi aspetti."

> Il diario di Bridget Jones, Helen Fielding



Nessun commento:

Un po' di Persepolis per tutti!