domenica 6 aprile 2008

La cacciatrice di sonno


« C’è un solo peccato. Uno solo.
Il furto.
Ogni altro peccato può essere ricondotto al furto. Lo capisci?»
«No, Baba jan» ammisi, desiderando con tutte le mie forze di capire. Non volevo deluderlo ancora.
[…]
«Se uccidi un uomo, gli rubi la vita» continuò. «Rubi il diritto di sua moglie ad avere un marito, derubi i suoi figli del padre.
Se dici una bugia a qualcuno, gli rubi il diritto alla verità. Se imbrogli, quello alla lealtà. Capisci? » Capivo.
[…]
«Non c’è un’ azione più abbietta del furto, Amir» disse Baba. «Se un uomo si appropria di ciò che non è suo,
non importa se si tratta di una vita o di un naan, be’, io gli sputo in faccia»


Khaled Hosseini – Il cacciatore di aquiloni


4 commenti:

Procione ha detto...

Mi è proprio piaciuto il film! anche questo post eh..

polli ha detto...

cosa vuoi dire con "anche questo post eh..."????
Per quel poco che riesco ad acculturarti di cinematografia...
Dopo andiamo a vedere anche quello di Virzì!

adam brown ha detto...

Hello I just entered before I have to leave to the airport, it's been very nice to meet you, if you want here is the site I told you about where I type some stuff and make good money (I work from home): here it is

Procions ha detto...

Olè! adam, sei simpaticissimo...

Un po' di Persepolis per tutti!