venerdì 16 febbraio 2007

Free Kareem.org


Abdelkareem Nabil Soliman. Blogger. In carcere da novembre per aver scritto post "eretici". Ennesima prova della libertà negata, della verità nascosta. Non vedo un caso umano in lui. Poveri cristi come lui ce ne sono tanti: Pamuk, quello del post sotto, è scomparso dalla Tuchia (nel senso che è proprio svanito nel nulla, puff!) per esempio, e perchè? Perchè veniva osteggiato dal suo paese, dal quale aveva ricevuto minacce di morte. Il motivo? Per aver denunciato il genocidio degli armeni. Kareem non è sicuramente il primo a pagare per le sue parole, nè sarà l'ultimo.

E' incredibile (incredibile....) come stiamo sempre a parlare di grandi cose e grandi progetti per la sorte dell'umanità, quando ancora non sappiamo cos'è la libertà di espressione e di parola, il rispetto e la capacità di ascoltare. La scienza ha fatto progressi, la testa no (ho il numero di uno bravo che vi può aiutare).

Ecco il sito della campagna "Free Kareem" - é tutto in inglese, ma dice che "if your english fails" potete usare il google translator (?!) -

Nessun commento:

Un po' di Persepolis per tutti!